logo segugio.it

LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Viaggi Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Voli Aerei Noleggio Auto Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Confronto Viaggi
COMPAGNIE CONFRONTATE
Easyjet Alitalia Vueling Meridiana Lufthansa Iberia Tutte le Compagnie Confrontate
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO

Le migliori mete nel mondo secondo il World Economic Forum

26/04/2017

Le migliori mete nel mondo secondo il World Economic ForumNel 2016, l'industria del turismo ha contribuito per 7,6 miliardi di dollari all'economia a livello globale, ovvero ha prodotto il 10,2% del PIL mondiale. Il settore ha anche generato un totale di 292 milioni di posti di lavoro, il che significa che 1 persona su 10 lavora direttamente o indirettamente nel comparto. Il numero degli arrivi internazionali è altrettanto impressionante, avendo raggiunto la soglia di 1,2 miliardi nel 2016, 46 milioni in più rispetto al 2015.

Ciò che è ancora più incredibile è che questi numeri dovrebbero continuare ad aumentare nel prossimo decennio, dimostrando il potenziale del settore nell’aiutare i paesi a generare crescita economica, creare posti di lavoro e consentire lo sviluppo nazionale e regionale.

Mentre storicamente infatti l’esperienza di un viaggio internazionale era un lusso riservato ai pochi abbastanza ricchi da poterselo permettere, il crollo reale dei costi di viaggio (e in particolare delle tariffe aeree) e la maggiore facilità di organizzazione di una vacanza con la conseguente riduzione dei costi di intermediazione hanno portato alla fioritura dell'industria turistica. Questi fattori, combinati con la crescita dei redditi disponibili, l’allargamento della classe media in molti mercati in sviluppo e il cambiamento dell’attitudine delle persone nei confronti dei viaggi, hanno generato il boom delle vacanze internazionali.

Ma quali paesi sono nella migliore posizione per sfruttare al meglio queste opportunità? Ogni due anni, il Forum Economico Mondiale si prefigge di rispondere a questa domanda classificando la competitività di 136 paesi nel settore “Travel&Tourism” con la costruzione del Travel & Tourism Competitiveness Index (TTCI).

L’indice di competitività intende quindi misurare tutti i fattori e le politiche che influenzano lo sviluppo sostenibile del settore in un determinato Paese, prendendo in considerazione ben 90 dimensioni rilevanti per l’attrazione del turismo: riassumendole per blocchi, si troveranno quindi il contesto generale (salute e sicurezza; accessibilità; livello di ospitalità e apertura internazionale; sostenibilità ambientale, competitività dei prezzi, etc.) la disponibilità di risorse naturali e culturali e  le infrastrutture (fisiche e TlC) legate al turismo.

Arriviamo quindi ai risultati! 

Nell’edizione 2017 della classifica mondiale TTCI, la Spagna si classifica, per la seconda volta, al primo posto, seguita da Francia, Germania, Giappone, Regno Unito, Sati Uniti (che perdono due posizioni rispetto all’ultima rilevazione), Australia, Canada, Italia e Svizzera.

L'Europa e l'Eurasia sono ancora una volta le regioni con la più forte performance globale della competitività T&T, con sei economie nella top 10. L’intera regione continua a guidare la classifica grazie alla sua ricchezza culturale, alle eccellenti infrastrutture a servizio del turismo, alla sua apertura internazionale e alla percezione sul tema sicurezza.

Le Americhe sono la macro regione che ha visto un grosso miglioramento della performance a livello aggregato rispetto agli anni precedenti, con gli Stati Uniti (6° posto), il Canada (9° posto), il Messico (22° posto) e il Brasile (27° posto). I paesi della regione possono tutti fare affidamento sull’abbondanza e qualità delle risorse dell’ambiente, ma all’interno dell’aggregato ognuno ha le sue peculiarità. Mentre l'America del Nord dovrebbe puntare a una maggiore competitività sui prezzi e alla sostenibilità ambientale, le nazioni centrali e sud americane dovrebbero continuare a migliorare sull’aspetto della sicurezza, creare ambienti più idonei per le imprese e sviluppare le proprie infrastrutture per garantire la connettività. 

L'Asia-Pacifico è la regione che fa la parte del leone in questa edizione del report del World Economic Forum e tra i 15 Paesi che hanno evidenziato i più importanti miglioramenti  nell’indice TTCP ve ne sono ben 5 che appartengono a quest’area: Giappone, Corea, India, Vietnam e Bhutan.

Mentre l'Asia orientale e l'Australia si sono dotate di infrastrutture eccellenti e sono tra le economie più avanzate a livello mondiale nella disponibilità delle TIC, sono anche relativamente meno competitive sui prezzi rispetto ad altre aree della regione. Viceversa, le nazioni del Sud-Est asiatico e dell'Asia meridionale sono destinazioni più competitive  sui prezzi,  ma l'infrastruttura e la disponibilità delle TIC sono ancora migliorabili.

Nonostante alcune eccezioni, anche il Medio Oriente e il Nord Africa, guidati dagli Emirati Arabi Uniti hanno migliorato la propria competitività T&T. Migliore infrastruttura delle TIC, prezzi più bassi, miglioramenti parziali dell'apertura internazionale e alcuni progressi nella promozione del patrimonio culturale hanno creato condizioni migliori per sviluppare il settore. Tuttavia, le risorse naturali e culturali restano per lo più inutilizzate, l'apertura internazionale è ancora limitata in molte aree geografiche e la percezione di un non adeguato livello di sicurezza rimane il più grande ostacolo.

Nell'Africa subsahariana (fondamentamentalmente Sudafrica, Mauritius, Kenya e Namibia) il turismo è principalmente trainato dalle ricchezze naturalistiche, ma vi sono ancora ostacoli da superare per quel che riguarda disponibilità e costi della connettività aerea, apertura internazionale e protezione, valorizzazione e comunicazione della ricchezza culturale della regione.

Nel report che accompagna il Travel & Tourism Competitiveness Index viene inoltre presentato anche un importante trend del settore: la sempre maggiore percentuale di servizi di booking online gestiti da smartphone che tra il 2015 e il 2016 è passata dal 9 a quasi il 33% del totale online. Questo significa ovviamente che un sempre maggior numero di potenziali turisti avrà accesso alla possibilità di scegliere e prenotare le vacanze online, ampliando al tempo stesso le opzioni disponibili per i viaggiatori e riducendo in maniera significativa i costi di intermediazione.

Un trend sul quale Segugio.it, con la sua offerta che permette di comparare e acquistare i voli, le strutture dove soggiornare, il noleggio auto e le assicurazioni di viaggio ai prezzi più convenienti e in pochi clic, è certamente all’avanguardia.

Grazie a Segugio.it, l’amico del risparmio, si potrà accedere ad una vastissima scelta di auto a noleggio, hotel e voli economici confrontando le diverse opzioni in maniera veloce e trasparente e il tutto sempre completamente gratis. 

Inoltre, nelle sezioni dedicate, si potranno consultare in maniera immediata le migliori offerte di volo per le varie destinazioni e periodi dell’anno e, per quel che riguarda le strutture, affidarsi alle recensioni imparziali degli ospiti che le hanno già utiilzzate.

Queste sono le ragioni per cui  tante persone si affidano ogni giorno a Segugio.it per l’organizzazione dei loro viaggi. Sarebbe un peccato non approfittarne!

A cura di: Giulia Roberti
Come valuti questa notizia?
Le migliori mete nel mondo secondo il World Economic Forum Valutazione: 4,4/5
(basata su 5 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Dalla Cina all’Italia con ancora più amore pubblicato il 9 giugno 2019
Low cost, quanto mi costi pubblicato il 22 dicembre 2018
Prenotare un volo: occhio ai prezzi dinamici pubblicato il 13 aprile 2019
Ryanair introduce il bagaglio a mano a pagamento. E i viaggiatori insorgono pubblicato il 2 novembre 2018
Voli aerei lunghi: i consigli per affrontarli con tranquillità pubblicato il 21 dicembre 2017

I NOSTRI VANTAGGI

Ampia scelta di voli low cost ed economici

Confronta solo le migliori offerte volo

Servizio di confronto voli veloce e gratuito

Nessun costo aggiuntivo applicato

GUARDA LO SPOT TV

Segugio on Air- Spot TV 2015
Chiudi X