logo segugio.it

LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Viaggi Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Voli Aerei Noleggio Auto Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Confronto Viaggi
COMPAGNIE CONFRONTATE
Easyjet Alitalia Vueling Meridiana Lufthansa Iberia Tutte le Compagnie Confrontate
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO

Destinazioni top per gli amanti dell'arte: Copenaghen e San Pietroburgo

25/04/2017

Destinazioni top per gli amanti dell'arte: Copenaghen e San Pietroburgo

Dopo Londra e Singapore, Segugio.it propone altre due destinazioni imperdibili per chi voglia organizzare un viaggio tra musei e gallerie d’arte: Copenaghen e San Pietroburgo.

Copenaghen

La capitale della Danimarca e un centro culturale estremamente vivace. Una passeggiata lungo le strade della città ci porterà a scoprire una serie apparentemente infinita di gallerie dove è possibile trascorrere ore immersi nell'arte. 

Tra i musei da non perdere a Copenaghen, sicuramente c’è lo Statens Museum for Kunst (ovvero il Museo Nazionale d’Arte) che raccoglie circa 9.000 opere di grande pregio (quadri e sculture) datate tra il 1300  e la prima metà del 1900 di artisti internazionali e danesi. Tra i più importanti spiccano Picasso, Matisse, Velazquez, Rubens e Rembrandt, ma anche tanti italiani come Mantegna, Tiziano, Tintoretto e Modigliani. Tra gli artisti danesi da segnalare invece l’impressionista Oluf Høst e lo scultore Carl Johan Bonnesen. Per visitare questo Museo (al quale si accede gratuitamente) sarà opportuno dotarsi di tempo e scarpe comode: le sale aperte al pubblico sono più di cento, praticamente una maratona museale!

Un’altra tappa obbligata per gli amanti di pitture e sculture è il “Ny Carlsberg Glyptotek” che si trova nel centro di Copenaghen a poca distanza dai famosi Giardini di Tivoli. Il museo deve la sua nascita a Carl Jacobsen, figlio del fondatore della birra Carlsberg, e raccoglie più di 10.000 opere suddivise in due sezioni principali: la prima intitolata alle civilità antiche e la seconda dedicata ad artisti francesi e danesi del periodo 1800-1900, con nomi del calibro di Rodin e Gauguin. Il biglietto di entrata costa circa 10 euro a persona, ma la domenica l’accesso è libero.

Se poi la nostra passione è più indirizzata all’arte contemporanea, Copenaghen ha comunque un’offerta di valore anche in questo ambito. Il museo Louisiana, nella cittadina di Humlebæk a circa mezzora di treno dalla capitale, è uno dei più ricchi d’Europa  tanto nella collezione permanente (con opere di Andy Warhol, Roy Lichtenstein, Yves Klein e Pollock, tra numerosi altri) che nelle mostre temporanee. Inoltre, l’edificio che ospita il museo è considerato esso stesso una opera d’arte moderna.

Volare a Copenaghen è particolarmente facile e conveniente con Segugio.it: ipotizzando di regalarsi un lungo fine settimana in Danimarca tra il 18 e il 21 maggio, il volo aereo andata e ritorno da Roma costerebbe 100 euro con Ryanair o 109 con Norwegian. Nelle stesse date, da Milano le opzioni più convenienti sarebbero invece quelle proposte da Easyjet su Malpensa a 64 euro o Ryanair su Bergamo a 80 euro.

San Pietroburgo

Città costruita sull’acqua nel 1703 da Pietro il Grande come “finestra sull’Occidente”, San Pietroburgo è la seconda città della Russia, dopo la sua capitale, Mosca.

Malgrado sia una città piuttosto giovane, la residenza degli zar russi vanta una storia ricca di eventi, uno straordinario patrimonio architettonico ed uno dei musei più importanti al mondo: l’Ermitage.

Situato nel Palazzo d’Inverno - la costruzione progettata dall’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli e che fu dal 1732 al 1917 la residenza ufficiale degli Zar di Russia - il Museo dell’Ermitage di San Pietroburgo è uno dei complessi museali più visitati al mondo. 

Le origini del museo si devono a Caterina la Grande che nel 1764 si fece costruire un piccolo rifugio (Petit Ermitage) per appartarsi dal trambusto della vita di corte circondandosi delle opere d’arte che acquistava in Europa. Inizialmente quindi l’accesso alla collezione era riservato a pochi privilegiati. Nel corso del tempo però le opere diventarono talmente tante che fu necessario costruire altri edifici per ospitarle: consigliata da Diderot e da diversi illustri esperti europei del periodo illuminista, la zarina acquistò più di 2000 dipinti. Molte opere furono poi acquisite dallo Zar Nicola I, ma il maggiore incremento della collezione si ebbe con le requisizioni delle collezioni private di tutta la Russia nel periodo post-rivoluzionario che triplicarono la consistenza del museo.

Oggi la collezione dell’Ermitage è composta da più di tre milioni di opere - non tutte permanentemente esposte per ragioni di spazio -  che attraversano la storia del genere umano: preistoria, arte egizia, antichità classiche, rinascimento italiano, arte olandese e fiamminga, impressionismo e post-impressionismo, arte orientale e ovviamente arte russa sono tutte rappresentate attraverso opere di inestimabile valore.

Tra le oltre 60.000 opere esposte vi sono quindi  veri e propri capolavori dei più grandi artisti di ogni tempo: Beato Angelico, Caravaggio, Leonardo da Vinci, Michelangelo, Tiziano, Paul Cézanne, Degas, Matisse, Monet, Renoir, Picasso, Rembrandt, Van Gogh per nominare solo i più noti.

E’ chiaro quindi come una visita a questo immenso complesso museale richieda tempo e vada pianificata con attenzione. Probabilmente il consiglio migliore è quello di dedicare una giornata intera all’esplorazione dei diversi palazzi che compongono il museo (magari partecipando a uno dei tanti tour guidati disponibili) e nei giorni successivi soffermarsi sulle sezioni per noi più interessanti. Diversamente, il rischio è quello di attraversare le sale di corsa per vedere tutto, senza riuscire alla fine ad apprezzare il valore di quanto è esposto.

Il museo rimane chiuso il lunedì è il prezzo del biglietto è di circa 10 euro, salvo il primo giovedì di ogni mese quando è possibile entrare gratis.

Per raggiungere San Pietroburgo dall’Italia vi sono diverse possibilità, ma le offerte di volo più convenienti si trovano su Segugio.it. Immaginando di programmare una vacanza nel periodo compreso tra i 17 e il 22 maggio, potremo vedere come il volo andata/ritorno da Milano Malpensa più conveniente sia proposto da myAustrian (con scalo a Vienna) al prezzo di 180 euro, mentre il volo diretto più economico è quello di Aeroflot a 298 euro. Da Roma, si potrebbe invece volare da Fiumicino utilizzando myAustrian (scalo a Vienna) all’andata e Lufthansa (scalo a Francoforte) al ritorno per 226 euro. Il volo diretto sarebbe invece possibile con Aeroflot che propone la tariffa di 529 euro.

A cura di: Giulia Roberti
Come valuti questa notizia?
Destinazioni top per gli amanti dell'arte: Copenaghen e San Pietroburgo Valutazione: 5/5
(basata su 2 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Low cost, quanto mi costi pubblicato il 22 dicembre 2018
Prenotare un volo: occhio ai prezzi dinamici pubblicato il 13 aprile 2019
Ryanair introduce il bagaglio a mano a pagamento. E i viaggiatori insorgono pubblicato il 2 novembre 2018
Casablanca, non solo un film pubblicato il 4 febbraio 2018
Oneway, la nuova frontiera del noleggio low cost pubblicato il 3 maggio 2016

I NOSTRI VANTAGGI

Ampia scelta di voli low cost ed economici

Confronta solo le migliori offerte volo

Servizio di confronto voli veloce e gratuito

Nessun costo aggiuntivo applicato

GUARDA LO SPOT TV

Segugio on Air- Spot TV 2015
Chiudi X