logo segugio.it

LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Viaggi Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Voli Aerei Noleggio Auto Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Confronto Viaggi
COMPAGNIE CONFRONTATE
Easyjet Alitalia Vueling Meridiana Lufthansa Iberia Tutte le Compagnie Confrontate
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO

La nautica a sostegno del turismo italiano

08/10/2016

La nautica a sostegno del turismo italianoIl turismo nautico torna ad essere un argomento oggetto di approfondimento su Segugio.it; questo perché interessa tutte quelle attività di svago che coinvolgono la navigazione, quindi si svolgono con l'utilizzo di un'imbarcazione, coinvolgendo un discreto numero di appassionati.

Il settore nautico è un’eccellenza italiana e attira esperti ed appassionati da ogni parte del mondo, come dimostra il Salone Nautico Internazionale di Genova, che si è concluso pochi giorni fa confermandosi il più visitato del Mediterraneo, con un forte aumento di presenze rispetto all’anno precedente.

Proprio la nautica rappresenta un importante motore del turismo in Italia su cui investire e una grossa fonte di ricchezza per questo settore. È quanto ha affermato Carla Demaria, presidente di Ucina durante il convegno che si è tenuto sul turismo costiero e marittimo che si è tenuto nella splendida cornice del più famoso Salone di Genova.

Ucina, Confindustria Nautica è l’Associazione, fondata nel 1960 senza fini di lucro, che rappresenta le industrie e le imprese della nautica da diporto operando per lo sviluppo del settore nautico e promuovendo la cultura del mare e lo sviluppo del turismo nautico in Italia.

Carla Demaria ha dichiarato che l’Italia è come una grande banchina con il mare ai due lati e che l’Ucina vorrebbe essere, con tutti i marina, il veicolo per portare il turismo all’interno del territorio. L’idea è piaciuta ed ora c’è un progetto da sviluppare in questa direzione. La Demaria ne ha parlato proprio in questa occasione col ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini, durante la sua visita al Salone. Dopo il salone è già stato concordato un incontro col ministro. Lo scambio di idee fra il ministro e gli imprenditori del settore è stato proficuo e interessante, ha permesso di portare aventi le priorità dell’Ucina e di ottenere la promessa, da parte del ministro, di essere inseriti nel piano strategico per il turismo. Un ottima base da cui partire. Punti importanti da analizzare saranno il contenzioso sulle concessioni demaniali che interessa i marina, la semplificazione delle procedure burocratiche e le distorsioni che ostacolano, come ad esempio il pontile galleggiante in Toscana che ospita 80 barche e che ha dovuto pagare 38 mila euro di Tarsu. Ha poi concluso con determinazione Carla Demaria affermando che un’altra grande occasione, oltre alla partecipazione al piano strategico per il turismo, è la riforma del codice della nautica che disciplina tutta la materia. Ucina è accreditata ai dodici tavoli tecnici istituiti per l'applicazione della legge delega al governo e quindi, da esperta del settore, l’Associazione potrà portare la sua esperienza.

Da parte sua il ministro Franceschini ha dichiarato che la politica ha penalizzato la nautica, ha creato molti problemi per l’idea sbagliata che fosse una cosa esclusiva per ricchi e che non fosse un settore prioritario. In realtà la nautica italiana crea occupazione, lavoro, è leader nel mondo nel comparto dei grandi yacht. È un’industria di eccellenza, perché porta l’immagine degli italiani nel mondo e perché è un settore trainante anche per il turismo. All’affermazione che è il primo ministro del Turismo a partecipare al Salone, Franceschini ha commentato che questa, già da sola, è una prova di quanto ritardo c’è stato da parte della politica verso un settore prioritario. Chi ha un ruolo di governo deve prendersi, anche se non le ha, le responsabilità di quelli che lo hanno preceduto. Per la Demaria la presenza del ministro all’edizione 2016 del Salone è già un segnale importante. Franceschini ha promesso che verranno fatte molte cose che sono già indicate nel piano strategico del turismo per i prossimi cinque anni. Ci sono delle potenzialità di collegare i porti come porta di accesso al paese, di offrire oltre al mare arte, cucina, cibo, paesaggio, moda, shopping. Se mescoliamo tutto insieme siamo straordinari e unici al mondo.

Il settore ha riacquistato fiducia grazie allo sviluppo di nuove normative sui marina resort e a importanti campagne di comunicazione e promozione in Italia e all’estero. Il presidente Assomarinas, Roberto Perocchio, ha evidenziato come il settore dall’inizio della crisi ad oggi abbia perso il 35% del giro d’affari, ma fortunatamente negli ultimi due anni ha recuperato il 5%. Questo dato con altri fattori fanno ben sperare per il futuro: la re-immissione sul mercato di molte unità usate, la crescita del charter e un forte successo dei gommoni, soprattutto tra i clienti italiani.

In Liguria, le nuove norme sui porticcioli turistici che hanno portato alla riduzione dell’IVA al 10%, sono un incentivo per i clienti; gli effetti nel settore saranno percepiti tra circa un anno, ma le categorie hanno già dimostrato di aver apprezzato questa misura, ha commentato Gianni Berrino, assessore regionale al Turismo. Uno degli obiettivi è che il turismo nautico non deve fermarsi sulla costa, ma deve fungere da ponte affinché dai porti si arrivi all’entroterra. I viaggiatori devono poter scoprire tutte le bellezze di questa regione. I dati regionali evidenziano come sul PIL totale di 6 miliardi di euro del 2015 legato al turismo, i comuni marittimi abbiano incassato quasi la totalità della cifra, pari a 5 miliardi circa.

A cura di: Orsola Mallozzi
Come valuti questa notizia?
La nautica a sostegno del turismo italiano Valutazione: 4/5
(basata su 1 voti)
ARTICOLI CORRELATI
In Italia sempre più turismo breve pubblicato il 5 aprile 2016
Dalla Cina all’Italia con ancora più amore pubblicato il 9 giugno 2019
Turismo sostenibile: gli Oscar di Legambiente pubblicato il 3 marzo 2016
Il mare di novembre: Capo Verde e Madera pubblicato il 17 settembre 2017
Gallura: non solo mare pubblicato il 23 settembre 2017

I NOSTRI VANTAGGI

Ampia scelta di voli low cost ed economici

Confronta solo le migliori offerte volo

Servizio di confronto voli veloce e gratuito

Nessun costo aggiuntivo applicato

GUARDA LO SPOT TV

Segugio on Air- Spot TV 2015
Chiudi X