logo segugio.it

LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Viaggi Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Voli Aerei Noleggio Auto Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Confronto Viaggi
COMPAGNIE CONFRONTATE
Easyjet Alitalia Vueling Meridiana Lufthansa Iberia Tutte le Compagnie Confrontate
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO

Tassa di soggiorno, il ritocco degli importi

06/10/2015

Tassa di soggiorno, il ritocco degli importi

La fine dell’estate potrebbe portare una novità per i futuri vacanzieri, con lo studio da parte dell’Esecutivo di un aumento della tassa di soggiorno per chi alloggia in hotel

L’imposta è stata introdotta dal federalismo fiscale municipale con il Decreto Legislativo n. 23 del 14 marzo 2011, che concede la facoltà ai Comuni con notevole affluenza turistica di poterla applicare a coloro che soggiornano nelle strutture alberghiere, bed e breakfast e campeggi. 

Il contributo per la tassa di soggiorno varia da 1 a 5 euro al giorno per persona e va versata direttamente alla struttura ricettiva. Il Comune decide, oltre all’importo, anche il periodo di tempo per cui il turista deve pagarla: sono esentati i minori fino a 10 anni, autisti di pullman e guide turistiche, malati e genitori accompagnatori. 

Il rialzo prospettato ha provocato le proteste degli albergatori che temono ripercussioni negative sull’intero settore del turismo. Attualmente l’imposta è applicata da meno di un Comune su dieci e porta nelle casse dei sindaci circa 270 milioni di euro l’anno: nonostante non sia applicata in tutte le località italiane, assicura un gettito superiore del 30% a quello della taxe de sejour francese.

 “In Italia”, interviene il presidente di Federalberghi Bernabò Bocca, “succede sempre la stessa cosa: ogni volta che un settore rialza la testa, come è successo al turismo che dopo tanti patimenti ha dato quest'estate segnali di ripresa, si pensa subito ad aumentargli le tasse. Basta con il pensare ad aumentare la tassa di soggiorno. Inviterei piuttosto il Governo a fare i controlli e far pagare la tassa a tutti quelli che la devono pagare, a cominciare dai bed and breakfast abusivi e agli affitti in nero di seconde case soprattutto a Milano e a Roma".

Complessivamente, le risorse finanziarie raccolte nel 2015 per l’applicazione della tassa di soggiorno sono di 428,7 milioni di euro, mentre nel 2013 e 2014 erano state rispettivamente di 247,9 e 337,3 milioni di euro. Incassi rilevati a Roma, dove si pensa che saranno raggiunti i 123 milioni euro dai 78,4 dello scorso anno e a Milano, in cui si stimano circa 61 milioni di euro contro i 35,5 del 2014.

Da quanto emerge, la metà delle risorse raccolte è impiegata in attività di interesse culturale: quasi il 20% nell’organizzazione di eventi e manifestazioni culturali, il 17% nel sostegno di iniziative culturali e il 13,2% per la valorizzazione delle tradizioni locali.

Intanto qualche Consiglio Comunale ha già approvato il rialzo della tassa: è il caso di Taormina, che ha portato il livello dell’imposta al valore massimo consentito dalla legge.

Con questa modifica, gli ospiti che vorranno trascorrere una notte in un struttura a tre stelle dovranno sborsare due euro, mentre per un 4 o 5 stelle la somma da versare sarà rispettivamente di 3.50 e 5 euro. Non si è fatta attendere la protesta degli albergatori che hanno presentato, tramite i loro rappresentanti, un esposto alla Procura Generale della Corte dei Conti.

Anche il Codacons è contrario a qualsiasi aumento. Secondo il presidente Carlo Rienzi l’incremento potrebbe portare un enorme danno d'immagine all'Italia. D’accordo anche Federturismo Confindustria, secondo cui l'imposta va diminuita e applicata a un numero più ampio di operatori del settore, come bar, pub o ristoranti, con un modello da seguire simile a quello della City Tax di New York.

A cura di: Paola Campanelli
Come valuti questa notizia?
Tassa di soggiorno, il ritocco degli importi Valutazione: 0/5
(basata su 0 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Dalla Cina all’Italia con ancora più amore pubblicato il 9 giugno 2019
Prenotare un volo: occhio ai prezzi dinamici pubblicato il 13 aprile 2019
Mercatini di Natale Klagenfurt 2018: cosa vedere pubblicato il 25 novembre 2018
Vacanze: le più gettonate di questa estate pubblicato il 1 luglio 2017
In Italia sempre più turismo breve pubblicato il 5 aprile 2016

I NOSTRI VANTAGGI

Ampia scelta di voli low cost ed economici

Confronta solo le migliori offerte volo

Servizio di confronto voli veloce e gratuito

Nessun costo aggiuntivo applicato

GUARDA LO SPOT TV

Segugio on Air- Spot TV 2015
Chiudi X