Logo Segugio.it

LA SOCIETÀ
Chi è Segugio.it Opinioni degli Utenti News Viaggi Newsletter Segugio.it Rassegna Stampa Segugio.it Spot TV Segugio
IL SERVIZIO
Come Funziona Voli Aerei Noleggio Auto Condizioni di Utilizzo Informativa Privacy Confronto Viaggi
COMPAGNIE CONFRONTATE
Easyjet Alitalia Vueling Meridiana Lufthansa Iberia Tutte le Compagnie Confrontate
TUTTE LE NEWS DI SEGUGIO

Cani in spiaggia: i consigli di Segugio.it per renderli felici

06/06/2017

L’estate è ormai alle porte e se ci stiamo preparando a una vacanza di sole e mare con il nostro compagno a quattro zampe, avremo certamente necessità - soprattutto se siamo alla prima esperienza -  di una serie di consigli pratici per fare in modo che il tempo passato assieme in spiaggia sia piacevole per tutti.

Alla fine, cosa può esserci di meglio del sole, della sabbia, della brezza marina e dello sciabordio delle onde avendo al nostro fianco il fidato amico di sempre? Nulla, se riusciremo a neutralizzare le poche cose che in una spiaggia possono costituire un fastidio per il nostro cane!

1Proteggere le zampe

La sabbia e gli scogli possono raggiungere temperature elevate, tanto che spesso per muoverci sull’arenile noi stessi utilizziamo ciabattine o sandali per non scottarci i piedi. La stessa sensibilità la hanno i nostri amici; per evitare che si rovinino le zampe, esistono in commercio creme e pomate che  hanno un effetto di protezione dei cuscinetti, evitandone la disidratazione oppure, se il cane li sopporta, anche degli appositi calzari. Ovviamente, in estate come in inverno, i polpastrelli vanno ispezionati quotidianamente alla ricerca di tagli e ferite che possono, se non prontamente curati, influenzare lo stato di benessere del nostro Fido.

2Capire se ama nuotare

Quando portiamo il nostro cane per la prima volta al mare, dobbiamo capire se ama nuotare e se è capace di farlo. La prima immersione dovrebbe quindi avvenire in una zona tranquilla e con l’acqua calma, in maniera da poterne capire le reazioni. Alcuni cani sono estremamente felici di poter correre sula battigia e preferiscono non addentrarsi in mare: non vi è ragione di forzarli. Come i bambini, dare loro il tempo di familiarizzare col nuovo ambiente potrebbe essere sufficiente a farli appassionare all’acqua. Diversamente, una volta tornati in città, potremo pensare a un corso di acquaticità che li prepari alla prossima esperienza. 

3. Procurarsi un salvagente per cani

Un giubbotto salvagente per cani è sempre un ottimo investimento (ne esistono in commercio a partire da 15 euro). Da un lato per i “principianti” se ne guadagna in sicurezza, dall’altro invece, ai più esperti avere un aiuto nel galleggiamento permette di stancarsi meno e quindi di poter passare più tempo in acqua.

4. Predisporre un’area al riparo del sole 

Garantire al nostro amico una zona all’ombra dove possa riposare nel corso della giornata è una esigenza imprescindibile per scongiurare colpi di sole o di calore ai quali i cani sono ancora più sensibili di noi. Nei migliori negozi di attrezzature per animali, si trovano apposite tende parasole (di diverse dimensioni a seconda della taglia dell’animale) che renderanno il momento del riposo confortevole come a casa.

5Non dimenticare la crema solare

Anche i cani possono scottarsi e occorre utilizzare una crema solare per proteggerli. Se abbiamo scordato quella specifica per loro, non c’è da preoccuparsi: andranno bene anche quelle apposite per i bambini o per pelli molto sensibili, a patto che non contengano ossido di zinco. Sono ovviamente più a rischio gli animali con pelo corto, con mantello chiaro e cute rosa. Tutti i cani e gatti però hanno delle zone quasi prive di pelo che dovrebbero essere protette: il tartufo (la zona intorno a naso e bocca), la punta delle orecchie e l’addome. Nel caso di cani con problemi particolari, ricorreremo comunque sempre al consiglio del nostro veterinario di fiducia. 

6. Portare acqua in abbondanza

Anche in spiaggia il nostro amico deve avere a disposizione la sua ciotola con l’acqua: la temperatura lo renderà più assetato del solito e avere sempre a disposizione acqua fresca e pulità lo frenerà dal bere troppa acqua di mare, che può essere causa di vomito e fastidi intestinali.

L’acqua servirà anche a risciacquare il muso del cane quando si sporcherà di sabbia (perché lo farà di sicuro!) evitando così che, cercando di pulirsi con le zampe, possa graffiarsi.

7. Sciacquarlo sempre dopo la spiaggia

Sabbia e sale possono essere molto irritanti per la pelle del nostro amico a quattro zampe. Dopo una giornata in spiaggia è quindi altamente raccomandabile sciacquarlo con acqua dolce e utilizzare eventualmente uno shampoo lenitivo. Quando sceglieremo dove soggiornare, e potremo farlo facilmente e in modo del tutto gratuito - utilizzando la pagina di ricerca delle strutture più convenienti di Segugio.it, ci sarà utile cercare quelle che offrono la possibilità di lavare il nostro animale all’esterno, con una doccia o una canna dell’acqua, che non deve mai essere gelida.

8. Portare tanti sacchetti igienici 

Nell’affrontare una giornata in spiaggia, sarà necessario partire con una buona scorta di sacchetti igienici (le abitudini del nostro amico potrebbero cambiare in un ambiente nuovo!) e pensare anche ad un contenitore che ci permetta di conservare quanto raccolto per più ore senza appestare la spiaggia. Utilizzare quelli biodegradabili, sarà un favore che faremo al luogo che ci ospita!

Infine - non vorremmo nemmeno dover pensare a questa evenienza - può purtroppo succedere che il nostro quadrupede si faccia male: è quindi sempre raccomandabile avere sempre con sè un kit di primo soccorso per poter aiutare il proprio cane in caso di bisogno. Esso dovrebbe contenere: disinfettante, acqua ossigenata, cerotto adesivo, pinzette, forbici a punta arrontondata, garze sterili, fascia elastica e soluzione fisiologica. E’ inoltre buona abitudine, una volta raggiunta la nostra destinazione di vacanza, informarsi sui veterinari e tenere a portata di mano il numero di telefono di quello da contattare in caso di necessità.

Per quel che riguarda la scelta della spiaggia, le possibilità sono praticamente infinite in Italia. Il dovere di ogni padrone di animali responsabile è quello di verificare i regolamenti locali per capire quali norme (che sono eterogenee) si applicano alla presenza dei cani in spiaggia nelle diverse località balneari e di attenervisi. Inoltre, gli uffici turistici sono sempre pronti a dare indicazioni sulle spiagge accessibili agli animali, che dovrebbero essere privilegiate sia per la presenza di attrezzature specifiche sia per la possibilità per i nostri amici di trovare dei compagni di gioco.

Con questi pochi consigli in mente, l’unica cosa che rimane da fare per organizzare la nostra vacanza con Fido è decidere la destinazione e acquistare il biglietto

E come al solito, nessuno meglio di Segugio.it, l’amico del risparmio, può aiutarci in questa impresa confrontando per noi tutte le offerte degli operatori più importanti e suggerendoci le più convenienti del momento, sia per quel che riguarda i voli economici che le strutture dove soggiornare. Sempre in tempo reale e in manioera gratuita.

A cura di: Giulia Roberti
Come valuti questa notizia?
Cani in spiaggia: i consigli di Segugio.it per renderli felici Valutazione: 3,8/5
(basata su 83 voti)
ARTICOLI CORRELATI
Vacanze: le più gettonate di questa estate pubblicato il 1 luglio 2017
Primavera in viaggio: i programmi degli Italiani pubblicato il 31 marzo 2017
Gallura: non solo mare pubblicato il 23 settembre 2017
Aspettando Russia 2018 pubblicato il 3 agosto 2017
I Paesi più belli dove viaggiare sicuri e spendere poco pubblicato il 28 giugno 2017

I NOSTRI VANTAGGI

Ampia scelta di voli low cost ed economici

Confronta solo le migliori offerte volo

Servizio di confronto voli veloce e gratuito

Nessun costo aggiuntivo applicato

GUARDA LO SPOT TV

Segugio on Air- Spot TV 2015
Chiudi X